DAS VAL FORMAZZA: CONDIZIONI CANADESI NELLE ALPI. SITUATO NELLA REGIONE PIEMONTE, LA PROVINCIA ITALIANA DI FORMAZZA È UN PUNTO DI PARTENZA PER MOLTE ATTIVITÀ SPORTIVE INVERNALI. ALTE MONTAGNE, FRANGE DI GHIACCIAI, ALBERI E PIASTRE CON UN PAESAGGIO INCANTEVOLE E MIGLIORI CONDIZIONI DELLA NEVE.

FREERIDE E RUNS VAL FORMAZZA

In Val Formazza non sono assegnati siti di atterraggio fissi. Oltre ai diritti di volo esclusivi, è quindi possibile determinare individualmente le discese e le rotte. Circondato dalle vette del Punta d’Arbola (3250 m), dal Corno Cieco (3373 m) e dal Basòdino (3270 m), l’area offre una grande varietà di possibilità. Il sito di atterraggio più alto si trova a 3200m. Qui sono garantite corse con diversa pendenza e dintorni variegati. In totale disponiamo di un’area heliski di 120 chilometri quadrati a nostra disposizione. Le possibilità sono quindi illimitate. La discesa più lunga nell’area copre 1700 metri verticali.

VAL FORMAZZA – LA REGIONE

La Val Formazza, detta anche “Pomatt”, appartiene alle regioni Walser, la parte settentrionale del Piemonte. La valle appartiene alla regione di confine tra Svizzera e Italia. Splendida natura e semplicità. Ghiacciai orlati, altipiani di montagna ripidi e limpidi laghi di montagna con insediamento debole. La valle è conosciuta per le sue cascate. La cascata più famosa e probabilmente più grande delle Alpi è la “Frua” con una superficie di caduta di ca. 140 m. Formazza ha nove comunità abitate tutto l’anno con 440 abitanti. Un luogo perfetto per esperienze nella natura e una pausa dalla vita di tutti i giorni. Il Piemonte è sinonimo di prodotti locali come formaggi saporiti, tartufi, salsicce e salumi. La cucina locale piemontese li combina con la pasta per creare sapori perfetti e unici.

Heliski-Basis Walser Schtuba

L’alloggio Walser Schtuba, nel villaggio di montagna Riale a 1720 m di altitudine, è la base delle nostre attività heliski in Val Formazza. Il proprietario Mateo Sormani è sinonimo di una cucina raffinata. Lui si basa su ingredienti locali. L’alloggio ha un’atmosfera accogliente. La vista – specialmente di notte – offre un panorama unico. Il nostro eliporto si trova direttamente in hotel.

METEO IN VAL FORMAZZA

La regione del Piemonte e´ conosciuta per essere nevosa. Pertanto, i freerider troveranno le migliori condizioni per l’heliski in Val Formazza. Grazie alla sua posizione e al dislivello tra le Alpi settentrionali e meridionali e la sua altitudine oltre i 1800 metri, le condizioni della neve sono eccellenti e già all’inizio della stagione. Non importa se le nuvole arrivano da sud o da nord, ci saranno sempre nevicate che trasformeranno la regione in un vero paradiso della polvere.

Valutazione di impatto ambientale

La Valutazione di Incidenza Ambientale ha lo scopo di accertare preventivamente se determinate attività possano avere incidenza significativa sui Siti di Importanza Comunitari (SIC) e Zone di Protezione Speciale (ZPS), aree protette che sono state istituite per la salvaguardia degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche. La suddetta procedura, che è stata introdotta dall´Unione Europea con la Direttiva 92/43/CEE “Habitat”, prende in esame le interferenze di piani e progetti non direttamente connessi alla conservazione degli habitat e delle specie per cui essi sono stati individuati, ma in grado di condizionarne l´equilibrio ambientale.
Anche attività ludico-sportive come l´eliski possono potenzialmente interferire con la conservazione dell´ambiente naturale, pertanto prima di iniziare tale attività all´interno di un sito protetto viene predisposto uno Studio per la Valutazione d´Incidenza (nella nostra area di operatività sono presenti 2 SIC e 2 ZPS), volto ad individuare e valutare i principali effetti che l´eliski può avere sugli habitat e le specie, proponendo eventuali misure di mitigazione.
Quindi, come è successo in Val Formazza, se lo Studio di Incidenza viene valutato positivamente dalle autorità competenti in materia (in questa circostanza la Regione Piemonte), allora l´attività di eliski può prendere il via. In corso d´opera è stato previsto e viene tuttora attuato uno specifico monitoraggio sia dell´attività di eliski, che degli habitat e della fauna presenti nei Siti, per garantire che venga costantemente assicurato l´equilibrio ecosistemico. La valutazione di incidenza costituisce, quindi, un ottimo strumento per garantire il raggiungimento di un rapporto equilibrato tra la conservazione soddisfacente degli habitat e delle specie e l’uso sostenibile del territorio.

Istituto Oikos Srl
Dr. Chiara De Franceschi
SITTO WEB